Direttiva prodotti da costruzione

CAMPI DI ATTIVITA ‘ DEL SERVIZIO

AGGREGATI

• Aggregati per calcestruzzo (NORMA EN 12620: 2002)

• Aggregati per conglomerati bituminosi e trattamenti superficiali per strade, aereoporti e altre aree soggette a traffico (NORMA EN 13043 EN 13055-2: 2004)

• Aggregati leggeri per calcestruzzo, malta e malta per iniezione (NORMA EN 13055 1: 2002)

• Aggregati leggeri per conglomerati bituminosi, trattamenti superficiali e per applicazioni legate e non legate (NORMA EN 13055 2-2: 2004)

• Aggregati per malta (NORMA EN 13139: 2002)

• Aggregati per materiali non legati e legati con leganti idraulici per l’impiego in opere di ingegneria civile e nella costruzione di strade (NORMA EN 13242: 2002)

• Aggregati per opere di protezione (ARMOUSTONE) (NORMA EN 13383: 2003)

• Aggregati per massicciate per ferrovie (NORMA EN 13450: 2002)

FINESTRE E PORTE

Finestre e porte esterne pedonali senza caratteristiche di resistenza al fuoco e/o tenuta di fumo(NORMA UNI EN 14351-1-2010).

 

DIRETTIVA: 89/106/CE – D.P.R. 246/93

REGOLAMENTO (UE) N. 305/2011 – Regolamento prodotti da costruzione

Il regolamento (CPR) è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea, entra in vigore, (art. 68) il 24 aprile 2011 limitatamente per i segenti articoli:

1-2: oggetto – definizioni

da 29 a 35: Organismi di Valutazione Tecnica – TAB

da 39 a 55: Autorità notificanti e organismi notificati

64: comitato

da 67 a 68: relazione della commisione ed entrata in vigore

il CPR abroga e sostituisce la Direttiva 89/106/CE prodotti per le costruzioni a partire dal 01/07/2013, Il Regolamento in versione italiana è disponibile all’indirizzo

http://eur-lex.europa.eu/JOHtml.do?uri=OJ:L:2011:088:SOM:IT:HTML

CAMPI DI APPLICAZIONE

La Direttiva CPD (Construction Products Directive) si applica a tutte le “famiglie di prodotti “ fabbricati per essere incorporati o assemblati in modo permanente negli edifici o altre opere di ingegneria civile.
Il fabbricante del prodotto incluso nell’ elenco delle norme armonizzate per la CPD edito dalla Commissione Europea deve progettarlo e costruirlo nella piena osservanza della norma pertinente e, prima di metterlo in commercio, certificare la conformità del prototipo.

L’elenco e’ suddiviso per mandati C.E.N. che raggruppano i singoli prodotti della famiglia. Per ciascun prodotto viene specificato:
• il numero e il titolo della norma pertinente;
• il Requisiti Essenziali di Sicurezza (RES) secondo il mandato;
• il sistema di certificazione della conformità;
• l’entrata in vigore della norma ( inizio marcatura CE volontaria);
• la fine del periodo di coesistenza (inizio marcatura CE obbligatoria).

Con circolare del 05/06/2004 (guri n. 216/04) il MAP prescrive:
>> i Ministeri competenti per gli aspetti legati ai requisiti di sicurezza
• RES n. 1 resistenza meccanica e stabilita (Infrastrutture)
• RES n .2 sicurezza in caso dl incendio: Interno (V.V.F.F.)
• RES n. 3 igiene, salute, ambiente (Sviluppo Economico)
• RES n. 4 sicurezza nell’impiego (Sviluppo Economico)
• RES n. 5 protezione contro i rumori (Sviluppo Economico)
• RES n. 6 risparmio energetico e ritenzione del calore (Sviluppo Economico)